seminari


 

 

.

 

 

LA DIVINA COMMEDIA DELLA VITA

“E quindi uscimmo a riveder le stelle”

 

Uno straordinario, emozionante seminario esperienziale di due giornate che potrà guarire profondamente la qualità della nostra vita. Prenderemo consapevolezza delle sofferenze create dagli schemi mentali limitanti (L’INFERNO DEI RUOLI), acquisendo gli strumenti per andare oltre, senza scottarsi e riappropriandoci dell’unicità che noi siamo.

Impareremo successivamente a fugare i fantasmi del passato e a dissolvere il tormento creato dalle paure del futuro (IL PURGATORIO DEI SENSI DI COLPA E DELLE PAURE), sperimentando e sedimentando il potere del presente, la sola realtà in cui possiamo essere felici.

E questo ci porterà infine, parafrasando l’illuminante  esternazione del sommo poeta Dante, a ritornare a rivedere la gioia e la meraviglia della vita (IL PARADISO IN QUESTA TERRA) che da sempre è in noi, ma che era nascosto dai veli dei ruoli, delle memorie e delle paure.

 

La nostra esistenza in questa vita possiamo veramente definirla una ‘Divina Commedia’.

Divina, perché ognuno di noi è pura essenza divina in un corpo fisico, un essere spirituale unico e irripetibile, in viaggio verso l’eternità.

Commedia, in quanto la nostra vita è una interminabile, inconsapevole recita che abbraccia tutti i livelli dell’esistenza. Potremmo definirla una ininterrotta rappresentazione di eventi e di esperienze che ci coinvolge continuamente, in ogni istante. E’ un palcoscenico virtuale in cui veniamo chiamati a creare la nostra realtà. Di questa Commedia noi siamo il protagonista, ma anche il regista, lo sceneggiatore, il produttore e persino lo spettatore.

 

Primo atto: (mattina della prima giornata)

L’INFERNO -  Ovvero come liberarsi dalla sofferenza creata dalla trappola dei ruoli che ci fanno scordare chi siamo veramente.

Nella nostra vita siamo costretti a recitare molte parti diverse che ci obbligano a indossare continuamente delle maschere. Proviamo a considerare per un attimo in quanti ruoli dobbiamo calarci  nella quotidianità, in nessuno dei quali stiamo veramente comodi. Una situazione che ci ingabbia e che ha il potere di ‘seppellire’ la nostra vera natura, la meraviglia che noi siamo.

ll risultato è il sentirci profondamente frustrati, delusi e infelici.  Dimenticando il senso della nostra unicità e della nostra immensità. Come uscirne?

Durante questa mattinata prenderemo consapevolezza di ciò che veramente siamo, al di là del lavoro che esercitiamo e al di là dell’essere padre, madre, figlio, fratello, cugino, nipote, zio, nonno, e quant’altro.

“Non sono operaio, non sono architetto; faccio l’operaio, faccio l’architetto.

Io sono semplicemente me stesso.

Non sono padre, non sono figlio. Io sono semplicemente me stesso”.

Impareremo quindi come fare per diventare efficaci in ogni ruolo, senza fatica e senza rinunciare al nostro potere personale; in pratica, esercitando la libertà di essere  autenticamente noi stessi.

 

 

Secondo atto: (pomeriggio della prima giornata)

IL PURGATORIO  -  Ovvero come liberarsi dal tormento del passato e del futuro, trovando la felicità nel presente.

Non ci rendiamo conto, ma viviamo metaforicamente con un piede nel passato e con l’altro nel futuro. Ignoriamo che il passato non fa più parte della nostra vita; è passato, appunto.

E’ un’invenzione della nostra mente che ci riporta alle memorie del tempo trascorso. E andiamo a rivisitare scelte o decisioni che ci hanno creato sofferenze, colpevolizzandoci per errori che riteniamo di aver commesso e che bruciano ancora come ferite mai rimarginate. Oppure manteniamo in vita nella quotidianità vecchi risentimenti, rancori pregressi rivolti a persone che ci hanno offeso, umiliato o tradito e che ci hanno procurato esperienze dolorose. Anche il futuro non fa parte della nostra vita. Semplicemente perché il futuro non esiste, in quanto deve ancora accadere. E quando arriverà, scopriremo che sarà semplicemente il presente. “Ho paura che perderò il lavoro, ho paura che mi ammalerò, ho paura che la fidanzata mi lascerà, ho paura che i soldi non mi basteranno…  Lo scenario irreale del futuro si alimenta e si perpetua nutrendosi delle nostre paure. Ignoriamo che l’unica realtà che esiste e della quale possiamo fare esperienza  è solo il presente. Tutto accade unicamente e solamente nel presente. Non c’è nient’altro intorno. E solo nel presente possiamo essere felici. Adesso. Qui e ora. La vita è adesso. La vita è un eterno presente. In questo pomeriggio impareremo – attraverso esercizi pratici e profondi -  a liberarci dai fantasmi del passato, eliminando la zavorra che abbiamo accumulato nello zaino delle memorie che ripetono continuamente i nostri problemi.

Apprenderemo anche come dissolvere le paure e le insicurezze del futuro, ingannevole proiezione creata dalla nostra mente. Come? Usando il potere del presente e sperimentando un’antichissima saggezza orientale, grazie alla quale potremo essere in grado di ottenere ciò che ci serve e ciò che vogliamo. Impareremo semplicemente come attirarlo, senza fatica e senza sforzo, superando i confini delle nostre credenze limitanti.

 

 

 Terzo atto: (mattina della seconda giornata)

IL PARADISOOvvero come ritrovare la gioia di essere se stessi, riscoprendo il Bambino che è in noi, scintilla della nostra Essenza Divina.

Allorchè ci siamo liberati dalla sofferenza dei ruoli, (inferno) che ci hanno fatto scordare la meraviglia che noi siamo, e avendo deciso ti togliere il piede dal passato e l’altro dal futuro (purgatorio),  restando nel presente, siamo pronti per sperimentare la nostra vera, profonda natura: esseri straordinari e immortali, unici e irripetibili, portatori di Dio (paradiso).

Impareremo,  attraverso un’esperienza meditativa, profonda ed emozionante, a riconoscere e contattare il meraviglioso Bambino che noi siamo, la nostra Sacra Essenza, sperimentando il Paradiso che è in noi, il divino che noi siamo.

“Solo chi avrà il cuore puro come un bambino potrà entrare nel regno dei cieli”.

Chiederemo a questo Bambino di risolvere qualche problema per noi importante, oppure di ricevere una risposta chiara a qualche dubbio che ci tormenta. Il Bambino trova sempre una soluzione, per il Bambino che noi siamo non ci sono limiti. Il Bambino che è in noi è cuore puro, è niente ed è tutto. Quando diventiamo zero, sperimentiamo l’infinito. A questo livello di coscienza, il Dio che è in noi si manifesta. E i nostri desideri e la nostra preghiera avranno il massimo effetto. Perchè siamo nello spazio del cuore, dove non c’è più il fare e il capire, ma solo l’essere e il sentire. Dove il chiedi e ti sarà dato può realizzarsi. Dopodichè dovremo solo aspettarci che i miracoli accadano.

 

CONCLUSIONE(Pomeriggio della seconda giornata)

In questa ultima fase del seminario approfondiremo le esperienze fin qui condivise. Al termine di questo spazio-tempo sacro che abbiamo creato, formeremo un cerchio di luce ed energia in cui manderemo amore e guarigione a noi stessi, ai nostri cari e al mondo intero.

 

L’AUTOGUARIGIONE: COMPRENDERE I MESSAGGI DEI SINTOMI E USARLI PER AUTOGUARIRCI

 

Tutto ha inizio dentro di noi, nella nostra coscienza. Siamo coscienze dentro un corpo e reagiamo continuamente a ciò che accade intorno a noi. Decidiamo cosa sentire, cosa pensare, cosa dire, cosa fare. Una decisione errata riguardo a quello che succede creerà una tensione a livello della coscienza. Se questa tensione non viene ascoltata, verrà sperimentata come tensione nel corpo fisico, creando un sintomo. Il sintomo fisico  quindi è il risultato finale (effetto) di un processo iniziato nella nostra coscienza (causa). Guarire vuol dire lasciar andare il sintomo fisico eliminando la causa interiore che l’ha creato.

Questo seminario ci darà la chiave per:

GUARIRE IN DIECI SECONDI

In questo seminario esperienziale apprenderemo velocemente un metodo semplice e straordinariamente efficace che ci permetterà di rilasciare in pochi secondi molti sintomi dolorosi.

Questa particolare tecnica, che si basa sul potere energetico e creativo delle “forme pensiero”, è assolutamente alla portata di tutti e può essere acquisita facilmente da qualsiasi persona.

Come?

Dando inizialmente una forma reale e ben definita al sintomo come fosse un oggetto da eliminare, e quindi procedendo alla sua rimozione con le modalità che impareremo nel seminario.

I risultati saranno talmente sorprendenti da apparire dei veri e propri “piccoli miracoli”.

 

 

 

GUARIRE I RAPPORTI CON I FIGLI

 

Come aprirci all’ascolto dei nostri figli. Come parlare ai nostri figli.

Amare i nostri figli significa accettarli incondizionatamente per quello che sono. Dobbiamo però amare ed accettare prima noi stessi per quello che siamo. Quando nasce un problema sappiamo riconoscere di chi è? Dei figli oppure nostro?

Guarire i rapporti con i figli significa quindi guarire prima il rapporto con noi stessi. Questo è ciò che ci insegnerà il seminario.

Sperimenteremo emozionanti pratiche che ci aiuteranno ad entrare nello spazio del cuore e a vedere i nostri figli con nuovi occhi: al di là del giudizio, della manipolazione, delle aspettative.

Riscopriremo la gioia dello stare insieme, di comunicare con amore, rispetto e comprensione reciproca.

Riconosceremo che i nostri figli non sono nostri, sono persone con sensibilità diverse da noi, modi di essere differenti, con idee proprie. Allora, dal cuore sorgerà un: Grazie di esserci e di avermi scelto come genitore!

 

 

 

IL SEGRETO PER OTTENERE CIO’ CHE VOGLIAMO

 

Tutti noi vorremmo sperimentare una vita appagante, godere di relazioni affettive nutrienti e durature, raggiungere una stabilità economica, esercitare un lavoro soddisfacente, abitare

in una casa bella e confortevole, e altro ancora.

Esiste un modo veramente efficace per attirare ciò che desideriamo? Com’è possibile realizzare tutto questo?

In questo seminario esperienziale avremo accesso alla chiave che ci permetterà di ottenere ciò che vogliamo e quello di cui abbiamo bisogno. Faremo esperienza di alcune pratiche di consapevolezza usando lo straordinario potere del presente. Verremo a conoscenza del grande segreto universale grazie al quale potremo essere in grado di ottenere ciò che ci serve e ciò che vogliamo. Impareremo semplicemente come attirarlo, senza fatica e senza sforzo, superando i confini delle nostre credenze limitanti.

 

.